Blog: http://Teat-room.ilcannocchiale.it

CARLA' DI BRONZO

 

Non rappresenta una "Marianne", ma un'operaia, la statua di bronzo che a maggio verrà issata in una delle principali piazze di Nogent-Sur-Marne. L'iniziativa è del sindaco della cittadina dell' Île-de-France che per la presenza di molti italiani è denominata "Petit Italie". E fin qui, nulla di speciale, anzi sarebbe un'iniziativa meritoria, visto che i monumenti muliebri che si contano nel mondo non sono poi molti, a confronto degli eroi maschili a piedi o a cavallo. Se non che l'operaia in questione è Carla Bruni, première dame di Sarkozy e il monumento, in bronzo, alto due metri, realizzato dalla scultrice Elisabeth Cibot, sarà inaugurato a maggio, nei giorni in cui avverranno le elezioni presidenziali francesi e verrà pagato con i soldi dei contribuenti. A parte le allegorie (carità, fortezza, giustizia, arti e scienze varie...), quelle dedicate alle divinità (Cerere , Proserpina, Minerva, Ferentina...) , all'estetica di Paolina Bonaparte, o di Madama Lucrezia (statua"parlante" di Roma); a parte le raffigurazioni in marmo delle sante cattoliche e delle varie madonne, risulta difficile trovare un monumento all'operaia. Non si capisce il perchè e il percome gli abitanti della "Petit Italie" si sentano rappresentati dalla signora in questione, né quanto l'ex modella e cantautrice di canzoncine amorose e miagolanti, con la puzza sotto il naso, possa rappresentare la nobile figura dell'operaia della Petit Italie.

Pubblicato il 14/2/2012 alle 17.25 nella rubrica Diario.

Il Cannocchiale, il mondo visto dal web