animali,cane,riciclo, moda,fashion, teatro, cinema,teatro cosmetici,televisione, popstar, spettacolo, attualità animali,cane,riciclo, moda,fashion, teatro, cinema,teatro cosmetici,televisione, popstar, spettacolo, attualità Teat-room | Teat-room | Il Cannocchiale blog
.
Annunci online

 
Teat-room 
di Gianna Volpi
<%if foto<>"0" then%>
 
  Ultime cose
Il mio profilo
  Feed RSS di questo blog Rss 2.0
Feed ATOM di questo blog Atom
 
  cerca


 

Diario | NATURA | FASHION | CUCINA | POP STAR | ANIMAL | CINEMA | TEATRO | MUSICA | COSE |
 
CINEMA
1visite.

12 dicembre 2011

GRETA GARBO

Non ci volevo credere: ho trovato una ricetta intitolata alla divina. Non so se fosse lei stessa a prepararli oppure sono stati creati da un pasticcere rumeno per omaggiarla. La creazione che poi si può dividere in dolcetti  si chiama Prajitura Greta Garbo. La ricetta si trova qui https://ilmenudiangela.wordpress.com/tag/greta-garbo/

Perconoscere Greta bisogna conoscere il Nord. Perché non puoi chedefinire nordico il suo carattere introverso. Per conoscerla bisognaconoscere, ma profondamente, vento, pioggia e oscuri meditabondiciel i“. Mercedes de Acosta.

Lavoròcon due costumisti in particolare: Andrè-Ani e Adrian. Soprattutto Adrian (che stilista di Marlene Dietrich)contribuì a rendere indimenticabile il suo stile : “lacosa più interessante di Greta è la sua abilità di indossare unabito creando subito uno stile. Veste senza affettazione, connaturalezza e conferisce fascino aristocratico sia agli abitimaschili di Cristina sia a quelli lussuosi e femminili di MargheritaGauthier.”

A sei anni vendeva giornali e prima di diventare famosa ha lavoratoin alcune barberie a Stoccolma...il suo compito era quello di insaponare la faccia dei clienti. Nel periodo in cui siiscrisse alla scuola di recitazione “Katarina Sodra FolksKola"in Svezia aveva un cagnolino chow chow chiamato Flimsy (Fragile) eun pappagallo di nome Polly.

NelNew York Times del 16 aprile 1990, il giorno dopo della suascomparsa, si legge una testimonianza di John Bainbridge, autore nel1956 di una famosa biografia dell'attrice : “... leinon ha fatto nulla che era di second'ordine. Ha avuto dignità enobiltà. Come tutte le grandi attrici non aveva gran potereintellettuale, ma possedeva la genialità di sopraffare la macchinafotografica, perché era guidata da un segreto sublime e da un infallibile istinto: fare la cosa giusta nel modo giusto. Cosìinfallibile era il suo istinto da dare sempre l'illusione di una piùsottile intelligenza ”.

Forsenon è stata un'intellettuale, ma collezionava dipinti di Renoir,Bonnard, Van Gogh e di artisti raffinati come Alexei von Jawlensky eKees van Dongen insieme ad arredi antichi francesi del XVIII secolo.

sfoglia